SCI MODERNO

SCI MODERNO

Non sono il primo e neppure l’unico a dirlo, ma lo sci moderno è l’esatta riproduzione dello schema di vita in città. Velocità, efficienza, rumore, turbe di persone, tutto quanto dovremmo lasciare in città per andare in montagna e cercare quella dimensione diversa, più rilassante e tonificante magari proprio per ritrovare le energie e affrontare la vita quotidiana che ci imprigiona per forza di cose. Ma in pratica non facciamo nulla di tutto ciò anzi ricerchiamo e alimentiamo lo stesso schema anche quando ci spostiamo in montagna a sciare. Prendiamo gli sci alpinisti odierni o la tendenza sci alpinistica moderna. Sveglia alle 5, alle 7 ho gli sci e le pelli, salita a razzo, discesa altrettanto veloce. Auto e a casa per le 5 del pomeriggio se si è lenti, altrimenti saranno le 2 giusto per vedere il Gran Premio di Moto GP.
A questo schema non sfuggono neppure i telemarker. Quegli sciatori che hanno scelto l’attrezzatura meno performante. Un’attrezzatura che è lì a mostrare che la scelta dovrebbe essere quelle di tempi, di performance diverse. Del passato? Del vecchio? Forse. Io la penso diversamente. Penso che il telemark dovrebbe smettere di scimmiottare l’alpino e mostrare una via diversa. C’è chi acquista le auto guardando al numero di cavalli, l’accelerazione da zero a cento. Altri le scelgono per valori diversi: praticità, efficienza, consumi, costi, comodità.

Il telemark dovrebbe staccarsi da ciò che il mondo intorno cerca di convincere essere la “vera attualità” e onestamente dichiarare che è una forma di sci lenta, efficace, meno costosa che altre e indubbiamente più elegante. Il mercato degli sciatori è fatto in massima parte di persone che hanno paura della velocità, del ripido, del duro e magari vorrebbero spendere meno. I valori di mercato del telemark ci sono. Non sono anacronistici, sono attualissimi, ma tutti seguono strategie di mercato assolutamente errate. E a questo abbiamo tutti contribuito. De Andrè diceva: “anche se voi vi credete assolti siete tutti coinvolti”.
Quanti telemarker fanno più sci alpinismo che pista?
Quanti cercano gli scarponi migliori e quanti semplicemente i più rigidi?
Quanti stanno lontani dai Festival?
Quanti chiedono un programma serio ai Festival?
Quanti prendono una lezione e quanti preferiscono invece comprare un nuovo paio di sci?
Quanti si ribellano al chiasso, alle folle e ricercano la piccolo dimensione delle stazioni sciistiche meno note?
Quanti non cadono in trappola acquistando la giacca in Gore-Tex della nuova marca solo perché è una nuova marca e il Gore è lo stesso!?
Statisticamente non saprei rispondere ma da quanto vedo mi sembra che oramai la mandria sia ben irregimentata e sulle orme di altre greggi (alpino soprattutto) che “brucheranno” prima dei telemarker quei pascoli dove cresce l’immaginaria e illusoria erba del nuovo.
Parlo da vecchio?
O la quantità di vita vissuta da uomo e telemarker mi rende più saggio se non obbiettivo?
In ogni caso sono convinto che i valori del telemark siano altrove rispetto alla realtà attuale della comunità del telemark.
La storia mostra che religioni e ideologie non sono state strumenti così potenti nel convertire.
Il vero strumento per arrivare a una totale conversione o conquista era ed è il mercato, il consumismo.
Non uso la parola salvezza mentre preferisco il termine “alternativa” sta nella pressa di coscienza del singolo.
Sono anacronistico?
Se sarete gentili risponderete “Si”!
Se sarete aggressivi: “Vecchio”!
In tutti e due i casi risponderei che “Credo nei cicli e ricicli”.
Ritornerà un po’ di purezza, di eleganza, di veri valori, di vera passione.
Si tratta di aspettare. … Sempre che interessi aspettare.
E i più interessati dovrebbero essere gli amanti del telemark.

Tutti i racconti già pubblicati li potete trovare in questa SEZIONE

Tutti i racconti sono rilasciati con licenza:
Cc-by-nc_icon

1 2 3 67

Login

Navigando su questo sito, l'utente accetta l'uso dei cookie. Maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi